Voci di Bilancio e Assegnazione Conti

Ti trovi qui:
< Indietro

È il programma che consente di creare lo schema di stampa del Bilancio Civile ed associare allo stesso i conti del Piano dei Conti.

Il programma offre la possibilità di inserimento di diversi tipi di schemi e quindi diversi tipi di stampa del Bilancio, ogni schema viene contrassegnato da un Codice Numerico “Tipo Bilancio” e da una “Descrizione Generale”.

L’inserimento dello schema di Bilancio può essere effettuato senza l’indicazione dell’Azienda (Standard o Non Definita), ed in questo caso i dati inseriti hanno valore per tutte le aziende gestite, oppure inserendo il codice dell’Azienda e quindi i dati inseriti valgono unicamente per quella.

Tramite la caratteristica del Copia e Incolla, gli Schemi di Bilancio possono essere facilmente duplicati sia all’interno di una azienda che tra aziende diverse.

Il metodo più breve è quello di inserire uno Schema predefinito senza l’indicazione dell’Azienda e utilizzarlo per tutte le aziende gestite.

 

La Scheda Dettagli come nell’esempio di seguito riportato è quella che permette l’inserimento delle descrizioni che verranno stampate nel Bilancio Civile, ed è suddivisa in 3 livelli:

 

 

1° Livello: GRUPPO: Si intende normalmente ATTIVO, PASSIVO, COSTI e RICAVI. Al Gruppo e solamente a questo è associata la Categoria (A=Attività; P=Passività; C=Costi; R=Ricavi)

2° Livello: SOTTOGRUPPO: Suddivisione del GRUPPO al quale verranno associate descrizioni facenti parte del livello Superiore. Ad Esempio: IMMOBILIZZAZIONI o  ATTIVO CIRCOLANTE etc…

3° Livello DETTAGLIO: Ulteriore Suddivisione del GRUPPO e SOTTOGRUPPO. ad esempio IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI, IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI etc..

Per ogni DETTAGLIO è possibile indicare se deve essere ulteriormente dettagliato, riportando quindi l’elenco completo dei conti associati.

 

Permette di accedere all’elenco dei Conti associati alla voce di Dettaglio selezionata.

 

 

Nella Colonna Conto devono essere inseriti i conti del Piano dei Conti con le seguenti regole:

1 – Inserendo unicamente il Mastro, la procedura calcolerà l’importo tenendo conto automaticamente di tutti i sintetici e di tutti i partitari del Mastro stesso.

2 – Inserendo Mastro e Sintetico, la procedura calcolerà l’importo tenedo conto di tutti i partitari presenti nel Sintetico stesso.

3 – Inserendo un Partitario, verrà calcolato l’importo tenendo conto unicamente del singolo Partitario inserito.

Le altre Colonne vengono inserite automaticamente secondo le impostazioni standard.

Normalmente nella Colonna Calcolo dovrà essere presente la dicitura AP+Dare-Avere (Significa che il saldo viene calcolato in questo modo: Saldo di Apertura + Totale Dare – Totale Avere), però la procedura offre anche altri tipi di calcolo da utilizzarsi per situazioni particolari. Facendo doppio click sul Radio Buttom il tipo calcolo cambia automaticamente e può assumere i seguenti valori: AP+Avere-Dare (Saldo di Apertura + Totale Avere – Totale Dare; Apertura (Saldo di Apertura); Dare (Totale Dare); Avere (Totale Avere);

Il valore presente nella Colonna Segno indica alla procedura  il saldo da prendere in considerazione: Solo se positivo (Verrà preso in considerazione l’importo calcolato solo se positivo, normalmente per tutte le voci presenti nelle Attività e nei Costi); Solo se negativo (per le Passività ed i Ricavi); Qualsiasi (il saldo verrà preso in considerazione indipendentemente dal segno).

 

Nell’esempio precedente vediamo che saranno riportati i Conti “Solo se Positivi“; avremo quindi nella sezione delle Passività gli stessi Conti “Solo se Negativi“.

 

La Colonna Espandi, sbaffando l’apposito Check Box, indica alla procedura se provvedere all’elenco dettagliato dei Partitari in fase di stampa del Bilancio.

 

Esempio di stampa Bilancio Civile dal quale possiamo notare delle voci normali e delle voci con l’espansione dei conti. (DISPONIBILITA’ LIQUIDE)

 

Condividi:
Share
Table of Contents