Gestione ritenuta d’acconto

< Indietro


finestra di gestione della ritenuta d'acconto

finestra di gestione della ritenuta d’acconto

 

Funzione della gestione

La gestione della ritenuta d’acconto appare su una finestra separata rispetto alle altre schede e compare subito dopo la conferma della scheda IVA. La sua funzione è quella di definire l’importo della ritenuta d’acconto, da registrare nella parte giornale.

Abilitazione

La gestione è attivata per le registrazioni effettuate con causale di tipo minore di 20 (che prevedono cioè anche la parte IVA) in cui sia stato impostato il valore del parametro n. 8 al valore “S” (“fattura con ritenuta d’acconto“).

Descrizione campi e funzioni

Imponibile: importo da assoggettare alla ritenuta d’acconto. Il valore proposto è la somma di tutti gli imponibili del castelletto IVA il cui codice riporta l’indicatore “Soggetto a Ritenuta d’Acconto“. Se il cliente / fornitore del documento è soggetto a provvigioni (indicatore “Provvigioni” nel riquadro “Dati per Modello 770” della scheda contabilità dell’anagrafica) l’imponibile è riportato solo al 50%.

 

% Ritenuta: è la percentuale di ritenuta da applicare sull’imponibile. Il valore proposto è prelevato dal codice percentuale presente nel campo “Cod.% Rit.Acconto” della scheda contabilità dell’anagrafica cliente/fornitore; in assenza di una percentuale, si assegna il valore predefinito di 20,00.

 

Importo Ritenuta: è il valore della ritenuta. Esso è calcolato automaticamente rispetto a quanto indicato nei campi precedenti, applicando la percentuale all’imponibile.

 

Il valore della ritenuta così calcolata è riportato nella parte giornale.

Condividi:
Share
Table of Contents